regole antispam alice in uscita

regole antispam alice in uscita

E’ possibile inviare email sia tramite programmi di posta, come ad es. MS Outlook, che tramite webmail da https://mail.tim.it .

Se riscontri problemi nell’invio di mail utilizzando un programma di posta, controlla la corretta configurazione del tuo client ed i relativi parametri di configurazione per gli account alice.it o tim.it.

Importante – Novità nell’utilizzo della mail da client di Posta
Per tutelare i propri clienti dal fenomeno dello spam e dall’inserimento in black list dei server TIM, con conseguente mancata ricezione dei messaggi da parte di alcuni Provider Mail, dai server SMTP di TIM non è più possibile inviare email con mittente diverso dai domini di posta alice.it, aliceposta.it, tim.it, tin.it (anche tramite la porta standard 25 senza autenticazione).

Pertanto per consentire un utilizzo ottimale della posta elettronica, per i messaggi che si vuole comunque far partire con mittente non appartenente ai domini TIM (ad es. libero.it, virgilio.it, gmail.com, hotmail.it…) è necessario utilizzare il Server SMTP dello specifico Provider di Mail.


Se dopo queste verifiche hai ancora problemi ed in particolare, provando ad inviare mail dalla webmail, visualizzi l’errore ” Le seguenti caselle di posta elettronica non sono disponibili o è impossibile trovarle :xxxxxxx@xxxx.xxx “, è necessario effettuare la procedura riportata di seguito rispettando l’ordine indicato:

1) Inserisci il cellulare di recupero password al posto della domanda e risposta 
2) Effettua il reset e/o cambio password con una più sicura (composta da lettere, numeri e caratteri speciali) 
3) Controlla, nelle impostazioni della webmail, che nel campo mittente non siano presenti indirizzi mail strani o non impostati/conosciuti (è corretto che il campo sia vuoto o che sia presente la propria mail).

Entro le 24 ore dall’esecuzione di questa semplice procedura, il problema di invio mail a destinatari esterni al dominio di posta dovrebbe essere risolto.

Se, in generale, riesci ad inviare email ma ricevi messaggi di mancato recapito per alcuni destinatari, è possibile che l’indirizzo del destinatario sia stato inserito in una black list.

Mancata ricezione di un messaggio (Black List)

Una Black list è un elenco di indirizzi IP che sono stati identificati come fonte di spam. I criteri con cui vengono compilate le liste seguono determinate caratteristiche:

  • liste di server messi a disposizione degli spammer
  • liste di open relay
  • liste di abuse server a causa di errata configurazione o bug di sistema
  • liste di classi IP dinamiche, discriminando le classi di IP assegnate ai clienti per le connessioni dial-up da quelle assegnate a server di servizio.

Come funziona una black list

I server di posta verificano se l´indirizzo IP di provenienza della mail è presente in almeno una delle seguenti black list:
http://www.spamhaus.org 
http://ipremoval.sms.symantec.com 
http://cbl.abuseat.org 
http://psbl.surriel.com 
In caso di esito positivo il messaggio viene rifiutato.

Come verificare l´iscrizione di un IP ad una black list

E´ sufficiente collegarsi al sito dell´ente che gestisce la lista ed effettuare una ricerca nel loro archivio.

Come richiedere la rimozione da una black list

Non sempre è possibile richiedere la rimozione del proprio IP da una black list, in quanto molte di queste agiscono in modo del tutto autonomo. Nella maggior parte dei casi è sufficiente aspettare 48 ore per uscire automaticamente dalla lista. Se ciò non avviene, ci si può rivolgere al proprio fornitore di servizi Internet, che valuterà se ci sono le condizioni per inoltrare la richiesta di sblocco direttamente al gestore della lista.

A volte può capitare che i clienti del Provider Alfa si trovino nell’impossibilità di ricevere posta da altri Provider (BetaGamma,…).

Questo può dipendere dal fatto che l’amministratore di rete del Provider Alfa abbia deciso di adottare una determinata “Lista di Blocco” per filtrare il traffico verso i propri server.

Ogni amministratore di rete sceglie in modo discrezionale ed autonomo le soluzioni più adatte per limitare, verso i propri Clienti, la ricezione di posta ritenuta indesiderata (c.d. “spam”).

Se ad esempio un cliente riceve messaggi di mancato delivery (mancata consegna) verso il destinatario mariorossi@alfa.com, come quello riportato di seguito a titolo esemplificativo:

***********************************************************************
Error transferring to smtp.alfa.com; 
SMTP Protocol Returned a Permanent Error 554 Service unavailable;
Client host [127.0.0.1] blocked using rbl-plus.mail-abuse.org 
For more information see
http://www.mail-abuse.com/cgi-bin/lookup?ip_address=127.0.0.1
************************************************************************

è possibile che l’indirizzo email sia stato inserito in Black List
E’ quindi, importante contattare il settore competente del dominio di destinazione (nell’esempio sopra riportato alfa.com) per segnalare il problema inoltrando il messaggio di errore all’indirizzo postmaster@alfa.com.

Info sull'autore

giotechsrl administrator

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: