Archivio per Categoria blog

Password email violate o rubate

Password email. Volete tenere sotto controllo la vostra mail dal punto di vista della sicurezza ? Questi due link vi possono aiutare.

Il primo serve per controllare le la vostra mail e’ stata in qualche modo violata nell’ultimo periodo.

Il secondo per controllare se la vostra password e’ stata in qualche modo trovata ed archiviata nell’elenco delle possibili password da provare per accedere alle email.

https://haveibeenpwned.com/

https://haveibeenpwned.com/Passwords

Questi due link sono molto utili per rendersi conto se e’ il caso o meno di cambiare la password della vostra mail.

Nel caso vi consiglio di cambiarla immediatamente. Per crittografare la vostra password vi consigliamo un trucco abbastanza interessante.

La crittografia e’ fondamentale. Scrivete il vostro nome e cognome, dite un numero a caso tra 0 e 9 e sostituite tutte le vocali con il numero scelto.

Ad esempio giorgioandreani diventa g11rg111ndr11n1 . La prossima volta che dovete cambiare la password mettete il numero sucessivo. Se siete a 9 ripartite da 0. Bastera’ avere un postit con il numero che state utilizzando per non dimenticarla.

Per trovare una password del genere ci vuole molto tempo e non faremo fatica a ricordarcela. Se la dovete cambiare ogni sei mesi , per almeno 5 anni siete a posto non utilizzando mai la stessa password.

Leggete anche questo articolo

Rimuovere Proxy Impostazioni 127.0.0.1

Si, hai appena scoperto che hai un cavallo di Troia installato sul computer che crea un server proxy per 127.0.0.1:8800 o 127.0.0.1:8000 e tutte le volte che fai partire il tuo pc non riesci a navigare in internet perche’ le impostazioni del server proxy cambiano da sole.

Basta cercare la chiave di registro HKEY_CURRENT_USER \ Software \ Microsoft \ Windows \ version \ internet setting

A questo punto troverete le chiavi di registro di Windows ProxyEnable e ProxyServer.

Nella prima mettere 0 se c’e’ uno altrimenti lasciate invariato.

Nella seconda cancellate tutto se c’e’ qualche cosa.

Fate girare l’antivirus per capire se trova qualche cosa.

Potete leggere anche questo articolo molto interessante

Mackeeper, malware per apple ?

Mackeeper malware sembra che da qualche mese sia sempre più presente su computer di casa Apple con sistema operativo Mac.

Innanzi tutto parliamo di un software, quindi in qualche modo lo abbiamo installato noi. Secondo, in molti lo usano per inserire nel nostro computer altri software molto più dannosi e invasivi. Dopotutto questo malware non fa granché oltre a farci visitare pagine che abitualmente non cercheremmo.

Disinstalliamo il nostro Mackeeper malware con la solita procedura, poi apriamo il “Finder”, componiamo la combinazione di tasti: “CMD + SHIFT + G”. Scriviamo “application support”. Così arriveremo immediatamente nella cartella di sistema.: Application Support

Cerchiamo Mackeeper malware tra le cartelle. Individuato, eliminiamolo 

Sembra che ultimamente sia davvero incalzante la pubblicità di questo malware che sembra faccia miracoli con safari ma in realtà l’unico miracolo è che appaiono pagine web mai richieste dagli utenti.

Sembra che ormai sia indifferente il sistema operativo usato e la famosa idea che con i mac non si prendono virus stà inesorabilmente tramontando

Leggi anche questo simpatico articolo

Come cambiare i temi in odoo

Ci chiedono in tanti come cambiare i temi in odoo 11 e 12

ricordiamo che possiamo cambiare i temi del nostro erp semplicemente attivando l’app Website Theme Install .

t-if
t-if

Basta cercarla nella casella cerca in alto a sinistra della schermata app. Ricordiamoci di togliere tutti i filtri altrimenti non la vederemo.

dopo aver copiato il tema nella cartella dei plugin e aver aggiornato la lista delle app potremo installare il nostro tema.

Ricordiamoci anche di riavviare il server che ospita odoo per consentire all’applicativo di digerire in modo corretto tutte le modifiche fatte dal tema.

leggi anche questo articolo sempre su odoo

odoo lo potete trovare a questo link

Fatturazione elettronica

fatturazione elettronica

fatturazione elettronica: agenzia delle entrate risponde alle domande dei commercialisti.
Martedì 15 gennaio il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha organizzato un evento presso la sua sede romana per fare un primo bilancio sulla fattura elettronica a due settimane dal debutto, un botta e risposta tra i consiglieri del CNDCEC e i rappresentanti dell’Agenzia delle Entrate ha anticipato i chiarimenti che il documento riporta in maniera puntuale.

Il documento La fatturazione elettronica tra privati – Le risposte dell’Agenzia delle Entrate ai quesiti posti dal Consiglio Nazionale dei Commercialisti,

elaborato dal CNDCEC sulla base delle risposte ricevute dall’Agenzia delle Entrate e pubblicato il 17 gennaio,

può fungere da bussola per orientarsi in questo periodo di transizione ma anche per approfondire alcuni casi particolari che prende in esame.

Le informazioni sono organizzate per macroaree: per ognuno si approfondiscono diversi aspetti specifici e si chiariscono i dubbi sollevati dai commercialisti.

Nelle 20 pagine i contenuti sono organizzati in nove punti:

  • contenuto;
  • emissione e ricezione;
  • conservazione;
  • QR code;
  • obblighi invio dati per dichiarazione precompilata;
  • spese per carburanti;
  • rapporti con l’estero;
  • portale Fatture e corrispettivi;
  • deleghe.

Fattura elettronica: i dubbi e le risposte a 15 giorni dal debutto

Nel vademecum per la fattura elettronica tra privati trovano risposta una serie di quesiti,

 su cui ci si è interrogati anche nel periodo che ha preceduto l’introduzione delle obbligo.

Il primo dubbio in termini cronologici, ad esempio, riguarda le fatture attive datate dicembre 2018, ma inviate al cliente tramite posta ordinaria o pec nei primi giorni del 2019.

L’Agenzia chiarisce che in questi casi possono essere analogiche. Se il cessionario/committente riceve la fattura nel gennaio 2019

potrà esercitare la detrazione nella liquidazione di gennaio 2019.

Altri quesiti, invece, guardano lontano: all’Agenzia dell’Entrate infatti viene data l’occasione per chiarire che, 

per un soggetto che chiude la partita IVA, la conservazione elettronica è assicurata per 15 anni.

Altre domande ancora riguardano la natura degli attori coinvolti nel ciclo attivo e passivo della fatturazione elettronica.

Si chiarisce ad esempio che le ONLUS, che hanno solo il codice fiscale per poter ricevere le fatture passive dai fornitori e non hanno Partita IVA,

non possono registrare il loro indirizzo telematico sul portale Fatture e Corrispettivi 

ma potranno ricevere le fatture elettroniche comunicando una pec o un codice destinatario.

se ti e’ piaciuto questo articolo, ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro blog per scoprirne molti altri.

Truffa dalla mia mail

phishing wordpress
phishing , un pericolo costante per il vostro wordpress

mi è arrivata una mia mail dal mio indirizzo di posta in cui mi chiedono soldi.

Truffa dalla mia mail:
Ultimamente ci sono arrivate segnalazioni da parte di clienti di una e-mail strana che arriva con il vostro indirizzo di posta.
Verificandone chiaramente la veridicità della cosa, abbiamo riscontrato lo stesso problema, ci siamo trovati dunque nella stessa situazione.
L’email che sta girando, ha un contenuto alquanto bizzarro, questo è il contenuto dell’email:

“Ciao!
Come avrai notato, ti ho inviato un’email dal tuo account.
Ciò significa che ho pieno accesso al tuo account.
Ti sto guardando da alcuni mesi.
Il fatto è che sei stato infettato da malware attraverso un sito per adulti che hai visitato.
Se non hai familiarità con questo, ti spiegherò.
Virus Trojan mi dà pieno accesso e controllo su un computer o altro dispositivo.
Ciò significa che posso vedere tutto sullo schermo, accendere la videocamera e il microfono, ma non ne sai nulla.
Ho anche accesso a tutti i tuoi contatti e tutta la tua corrispondenza.
Perché il tuo antivirus non ha rilevato il malware?
Risposta: il mio malware utilizza il driver, aggiorno le sue firme ogni 4 ore in modo che Il tuo antivirus era silenzioso.
Ho fatto un video che mostra come ti accontenti nella metà sinistra dello schermo, e nella metà destra vedi il video che hai guardato.
Con un clic del mouse, posso inviare questo video a tutte le tue e-mail e contatti sui social network.
Posso anche postare l’accesso a tutta la corrispondenza e ai messaggi di posta elettronica che usi.
Se vuoi impedirlo, trasferisci l’importo di 297€ al mio indirizzo bitcoin (se non sai come fare, scrivi a Google: “Compra Bitcoin”).
Il mio indirizzo bitcoin (BTC Wallet) è: 17YKd1iJBxu616JEVo15PsXvk1mnQyEFVt
Dopo aver ricevuto il pagamento, eliminerò il video e non mi sentirai mai più.
Ti do 48 ore per pagare.
Non appena apri questa lettera, il timer funzionerà e riceverò una notifica.
Presentare un reclamo da qualche parte non ha senso perché questa email non può essere tracciata come e il mio indirizzo bitcoin.
Non commetto errori!
Se scopro di aver condiviso questo messaggio con qualcun altro, il video verrà immediatamente distribuito.
Auguri!”

Ora, partendo dal presupposto che, in caso una persona apra il messaggio ma non sappia assolutamente nulla di ciò che sta trattando, risulterebbe molto credibile, dato che la spiegazione fornita all’interno della mail è molto dettagliata, questo potrebbe trarvi in inganno…

Chiaramente si tratta di una mail truffa, non dovete assolutamente preoccuparvi di nulla, e non dovete per nessun motivo seguire le istruzioni che trovate all’interno della mail, anche perché, essendo una truffa, smenereste solamente soldi.

quindi, in conclusione, se siete in presenza di una mail del genere, ignoratene il contenuto o evitate di aprirla, eliminatela senza preoccupazioni!

se questo articolo ti è piaciuto e ti è risultato utile, ti consigliamo di fare un giro sul nostro blog e dare un’occhiata ad altri articoli.



Errore 1618 quando si installa java

Errore 1618
java

Errore 1618, ultimamente capita molto spesso di vedere questo errore che non e’ di java ma dell’istaller di windows 10.

Installate la versione offline di java da questo link , si dovrebbe risolvere il problema semplicemente scaricando immediatamente la versione completa di java senza usare la modalità on line che, nel caso di linee adsl instabili, potrebbe causare delle anomalie di questo tipo.

Se non riuscite ad installarlo probabilmente il vostro computer sta’ facendo degli aggiornamenti e l’istaller , visto che l’installazione java scrive dei valori anche nel registro di sistema, bloccherà con questo errore l’istallazione.

Dopo aver istallato tutti gli aggiornamenti, possiamo procedere con l’istallazione vera e propria di java.

Come per magia funzionera’ tutto senza problemi. Se e’ tanto che non fate gli aggiornamenti , dovrete pazientare molto fino a che , anche l’ultimo non sara’ installato.

Il nostro
Errore 1618 e’ finalmente stato risolto.

Con java ci sono molti problemi anche con le versioni . Potete leggere questo articolo se qualche programma non funziona.

Se volete assistenza anche per la fatturazione elettronica potete contattarci ai nostri riferimenti.

Java e’ uno dei linguaggi più utilizzati al mondo sia per programmi che girano su ogni tipo di personal computer sia per apparecchi più semplici.

Pensate che java si trova nei motorini , nelle lavastoviglie e anche nei tostapane. Tutto ciò che richiede programmazione , probabilmente ha con se un interprete java.

Il linguaggio java e’ stato comprato da Oracle che ha trovato molto vantaggioso unire quello che offriva sun alla sua gia’ sterminata offerta di software.

Fatture semplici e gratis

In questi giorni mi arrivano tantissime domande sulla fatturazione per i regimi forfettari o come si dice adesso , per le flat tax .

Una in particolare e’ se esiste un software di fatturazione semplice e gratuito per poter fare le fatture.

Tenendo presente la nuova normativa che dovrebbe a breve essere convertita in legge.

Ebbene si , esiste un software molto carino e gratuito che si chiama http://MicroFattureExtra e puo’ essere di aiuto a tutti i professionisti che vogliono avere un piccolo software di gestione fatture semplice e gratuito.

Una volta installato bastera’ configurarlo in maniera opportuna e la fatturazione non sara’ piu’ una tortura. Poi pero’ bisogna fatturare … come si dice , alzati e fattura .

Puoi leggere anche questo interessante articolo

Instagram: come guardare le Storie di nascosto

Instagram: come guardare le Storie di nascosto

Instagram , come guardare le storie di nascosto ? La prima domanda è come mai lo volete fare ? la prima risposta è non fatelo! Spiare le persone non è carino e se non vi fidate lasciatele. Perchè continuare una storia con una persona che ha bisogno di essere controllata? leggete anche questo articolo.

instagram
instagram

La domanda che ci facciamo sempre è il motivo che vi spinge a guardare le cose degli altri di nascosto. una pratica che ultimamente sembra consuetudine sia su whatsapp e su facebook. Si è sempre meno sicuri degli altri per problemi di socializzazione. Magari basterebbe chiedere agli altri se ci spiegano alcuni comportamenti senza dover , di nascosto , cercare le risposte senza prima fare le domande.

Se volete guardare instagram dai vostri computer, vi consiglio di leggere anche questo simpatico articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: