Archivio per Categoria posta elettronica

apn wind , come si configura

Configurazione manuale Android

Un altro modo per configurare l’APN Wind su smartphone o tablet Android è quello di farlo manualmente. Su Android i menù sono diversi da modello a modello ma cercheremo di darvi un’infarinatura generale. Andate in Impostazioni > Rete e Internet > Rete Mobile > Nomi punti di accesso.

In alternativa potete cercare nelle impostazioni (se c’è una lente per la ricerca) il termine APN o Nomi punto di accesso.

Una volta in questo menù potete creare un nuovo APN premendo sul + o sui i tre puntini in alto a destra. Ecco le voci da utilizzare:

  • Nome: Wind (o qualsiasi che vogliate voi)
  • APN: internet.wind
  • MCC: 222
  • MNC: 88
  • Tipo APN: default,supl

Per gli MMS create un nuovo APN con queste voci:

  • Nome: Wind MMS (o qualsiasi che vogliate voi)
  • APN: mms.wind
  • MMSC: http://mms.wind.it
  • Proxy MMS: 212.245.244.100
  • Porta MMS: 8080
  • MCC: 222
  • MNC: 88
  • Tipo APN: mms

regole antispam alice in uscita

E’ possibile inviare email sia tramite programmi di posta, come ad es. MS Outlook, che tramite webmail da https://mail.tim.it .

Se riscontri problemi nell’invio di mail utilizzando un programma di posta, controlla la corretta configurazione del tuo client ed i relativi parametri di configurazione per gli account alice.it o tim.it.

Importante – Novità nell’utilizzo della mail da client di Posta
Per tutelare i propri clienti dal fenomeno dello spam e dall’inserimento in black list dei server TIM, con conseguente mancata ricezione dei messaggi da parte di alcuni Provider Mail, dai server SMTP di TIM non è più possibile inviare email con mittente diverso dai domini di posta alice.it, aliceposta.it, tim.it, tin.it (anche tramite la porta standard 25 senza autenticazione).

Pertanto per consentire un utilizzo ottimale della posta elettronica, per i messaggi che si vuole comunque far partire con mittente non appartenente ai domini TIM (ad es. libero.it, virgilio.it, gmail.com, hotmail.it…) è necessario utilizzare il Server SMTP dello specifico Provider di Mail.


Se dopo queste verifiche hai ancora problemi ed in particolare, provando ad inviare mail dalla webmail, visualizzi l’errore ” Le seguenti caselle di posta elettronica non sono disponibili o è impossibile trovarle :xxxxxxx@xxxx.xxx “, è necessario effettuare la procedura riportata di seguito rispettando l’ordine indicato:

1) Inserisci il cellulare di recupero password al posto della domanda e risposta 
2) Effettua il reset e/o cambio password con una più sicura (composta da lettere, numeri e caratteri speciali) 
3) Controlla, nelle impostazioni della webmail, che nel campo mittente non siano presenti indirizzi mail strani o non impostati/conosciuti (è corretto che il campo sia vuoto o che sia presente la propria mail).

Entro le 24 ore dall’esecuzione di questa semplice procedura, il problema di invio mail a destinatari esterni al dominio di posta dovrebbe essere risolto.

Se, in generale, riesci ad inviare email ma ricevi messaggi di mancato recapito per alcuni destinatari, è possibile che l’indirizzo del destinatario sia stato inserito in una black list.

Mancata ricezione di un messaggio (Black List)

Una Black list è un elenco di indirizzi IP che sono stati identificati come fonte di spam. I criteri con cui vengono compilate le liste seguono determinate caratteristiche:

  • liste di server messi a disposizione degli spammer
  • liste di open relay
  • liste di abuse server a causa di errata configurazione o bug di sistema
  • liste di classi IP dinamiche, discriminando le classi di IP assegnate ai clienti per le connessioni dial-up da quelle assegnate a server di servizio.

Come funziona una black list

I server di posta verificano se l´indirizzo IP di provenienza della mail è presente in almeno una delle seguenti black list:
http://www.spamhaus.org 
http://ipremoval.sms.symantec.com 
http://cbl.abuseat.org 
http://psbl.surriel.com 
In caso di esito positivo il messaggio viene rifiutato.

Come verificare l´iscrizione di un IP ad una black list

E´ sufficiente collegarsi al sito dell´ente che gestisce la lista ed effettuare una ricerca nel loro archivio.

Come richiedere la rimozione da una black list

Non sempre è possibile richiedere la rimozione del proprio IP da una black list, in quanto molte di queste agiscono in modo del tutto autonomo. Nella maggior parte dei casi è sufficiente aspettare 48 ore per uscire automaticamente dalla lista. Se ciò non avviene, ci si può rivolgere al proprio fornitore di servizi Internet, che valuterà se ci sono le condizioni per inoltrare la richiesta di sblocco direttamente al gestore della lista.

A volte può capitare che i clienti del Provider Alfa si trovino nell’impossibilità di ricevere posta da altri Provider (BetaGamma,…).

Questo può dipendere dal fatto che l’amministratore di rete del Provider Alfa abbia deciso di adottare una determinata “Lista di Blocco” per filtrare il traffico verso i propri server.

Ogni amministratore di rete sceglie in modo discrezionale ed autonomo le soluzioni più adatte per limitare, verso i propri Clienti, la ricezione di posta ritenuta indesiderata (c.d. “spam”).

Se ad esempio un cliente riceve messaggi di mancato delivery (mancata consegna) verso il destinatario mariorossi@alfa.com, come quello riportato di seguito a titolo esemplificativo:

***********************************************************************
Error transferring to smtp.alfa.com; 
SMTP Protocol Returned a Permanent Error 554 Service unavailable;
Client host [127.0.0.1] blocked using rbl-plus.mail-abuse.org 
For more information see
http://www.mail-abuse.com/cgi-bin/lookup?ip_address=127.0.0.1
************************************************************************

è possibile che l’indirizzo email sia stato inserito in Black List
E’ quindi, importante contattare il settore competente del dominio di destinazione (nell’esempio sopra riportato alfa.com) per segnalare il problema inoltrando il messaggio di errore all’indirizzo postmaster@alfa.com.

invio mail da portale alice

Non riesco piu’ a spedire le mail le ricevo ma nn mi vanno in uscita a volte esce la scritta : le seguenti caselle di posta non sono disponibili o impossibile trovarle a volte invece esce:il messaggio non e’ stato inviato per le regole antispam in uscita utilizzate da alice mai cod err 554 

Vuol dire che siamo incappati (nostro malgrado, senza nessuna colpa) in una black list e allora le cose si fanno complicate.

La prima segnalazione del 2010:
questo il link

Sul sito www.mxtoolbox.com si può vedere i dettagli e capire i motivi. Scrivendo alice.it nella finestra della pagina di mxtoolbox poi clic su “Mx Lookup”, poi clic su “Blacklist check” nelle varie liste compare una x rossa con accanto “listed” e un report per capire i motivi. Motivi (es. molto spesso spam) nel mio caso non imputabili assolutamente a me.

Si può solo aspettare che dopo un po’ (giorni? settimane?) entrino in ballo smpt non “infetti”

Problemi Thunderbird

Problemi Thunderbird: impossibile inviare messaggi con allegati.

Capita spesso che con questo client di posta gratuito capitino degli inconvenienti spesso dovuti ad una cattiva configurazione del client o a modifiche delle impostazioni dei server a cui ci colleghiamo.

Thunderbird 

Se ad esempio i messaggi di posta che inviate con allegati , sembra che stiano per essere spediti e il processo rimane appeso al 100% , in seguito genere un errore tipo impossibile inviare il messaggio, il messaggio viene comunque inviato ma non spostato nella posta inviata, probabilmente abbiamo il server smtp con configurata la porta 587 con star/tls .

Se provate ad impostare la porta 465 con ssl vedrete che magicamente tutto si risolverà senza ulteriori problemi.

Questo abitualmente non succede con altri client di posta in quanto gestiscono in modo diverso gli allegati.

Ad esempio spesso capita di avere problemi con dei file che ci vengono inviati in allegato che hanno l’estensione .DAT . Chi li invia ci dice che sono pdf o file di office ma noi non li possiamo aprire. per questo ci viene in aiuto un plug in moto comodo che converte i file office e li fa capire meglio a Thunderbird . Lo potete scaricare ed installare da questo link oppure cliccando qui sotto

scarica il file lookout

Truffa dalla mia mail

phishing wordpress
phishing , un pericolo costante per il vostro wordpress

mi è arrivata una mia mail dal mio indirizzo di posta in cui mi chiedono soldi.

Truffa dalla mia mail:
Ultimamente ci sono arrivate segnalazioni da parte di clienti di una e-mail strana che arriva con il vostro indirizzo di posta.
Verificandone chiaramente la veridicità della cosa, abbiamo riscontrato lo stesso problema, ci siamo trovati dunque nella stessa situazione.
L’email che sta girando, ha un contenuto alquanto bizzarro, questo è il contenuto dell’email:

“Ciao!
Come avrai notato, ti ho inviato un’email dal tuo account.
Ciò significa che ho pieno accesso al tuo account.
Ti sto guardando da alcuni mesi.
Il fatto è che sei stato infettato da malware attraverso un sito per adulti che hai visitato.
Se non hai familiarità con questo, ti spiegherò.
Virus Trojan mi dà pieno accesso e controllo su un computer o altro dispositivo.
Ciò significa che posso vedere tutto sullo schermo, accendere la videocamera e il microfono, ma non ne sai nulla.
Ho anche accesso a tutti i tuoi contatti e tutta la tua corrispondenza.
Perché il tuo antivirus non ha rilevato il malware?
Risposta: il mio malware utilizza il driver, aggiorno le sue firme ogni 4 ore in modo che Il tuo antivirus era silenzioso.
Ho fatto un video che mostra come ti accontenti nella metà sinistra dello schermo, e nella metà destra vedi il video che hai guardato.
Con un clic del mouse, posso inviare questo video a tutte le tue e-mail e contatti sui social network.
Posso anche postare l’accesso a tutta la corrispondenza e ai messaggi di posta elettronica che usi.
Se vuoi impedirlo, trasferisci l’importo di 297€ al mio indirizzo bitcoin (se non sai come fare, scrivi a Google: “Compra Bitcoin”).
Il mio indirizzo bitcoin (BTC Wallet) è: 17YKd1iJBxu616JEVo15PsXvk1mnQyEFVt
Dopo aver ricevuto il pagamento, eliminerò il video e non mi sentirai mai più.
Ti do 48 ore per pagare.
Non appena apri questa lettera, il timer funzionerà e riceverò una notifica.
Presentare un reclamo da qualche parte non ha senso perché questa email non può essere tracciata come e il mio indirizzo bitcoin.
Non commetto errori!
Se scopro di aver condiviso questo messaggio con qualcun altro, il video verrà immediatamente distribuito.
Auguri!”

Ora, partendo dal presupposto che, in caso una persona apra il messaggio ma non sappia assolutamente nulla di ciò che sta trattando, risulterebbe molto credibile, dato che la spiegazione fornita all’interno della mail è molto dettagliata, questo potrebbe trarvi in inganno…

Chiaramente si tratta di una mail truffa, non dovete assolutamente preoccuparvi di nulla, e non dovete per nessun motivo seguire le istruzioni che trovate all’interno della mail, anche perché, essendo una truffa, smenereste solamente soldi.

quindi, in conclusione, se siete in presenza di una mail del genere, ignoratene il contenuto o evitate di aprirla, eliminatela senza preoccupazioni!

se questo articolo ti è piaciuto e ti è risultato utile, ti consigliamo di fare un giro sul nostro blog e dare un’occhiata ad altri articoli.



non riesci ad accedere alla posta di libero ?

non riesci ad accedere alla posta di libero ?

Cos’è la Password Sicura

Il servizio di Password Sicura ti consente di proteggere il tuo account attraverso due passaggi:

  1. la validazione di email + password della tua casella di posta
  2. la verifica di un codice inviato sul tuo cellulare
Password Sicura

Password Sicura

Per attivare la Password Sicura entra nella tua mail e clicca sul “lucchetto” che trovi in alto a destra e poi seleziona la voce Password Sicura. Guarda il tutorial e segui tutti i passaggi così sarà più facile attivarla. Se in un secondo momento vuoi modificare il numero di cellulare su cui ricevere gli SMS, puoi farlo seguendo le indicazioni presenti in questo articolo. Infine puoi anche impostare il computer che usi abitualmente come affidabile con l’attivazione della Opzione computer e dispositivi affidabili. Ti può capitare di avere il cellulare fuori uso o di accedere al tuo account da un dispositivo sconosciuto, in questo caso può esserti d’aiuto attivare l’Opzione Codici di Backup

Libero ti consente inoltre di generare dei codici di verifica tramite l’App Google Authenticator, in questo modo potrai generare dei codici in autonomia ed evitare di ricevere sempre degli SMS con i codici di verifica da Libero. Tutto questo sempre al fine di continuare a proteggere l’accesso alle tue applicazioni ma in modo diverso. Se decidi di utilizzare questo metodo dal pannello di controllo puoi cliccare su Passa alla APP, guarda il tutorial e segui tutti i passaggi.

Libero ti protegge anche quando vuoi accedere al tuo account dalle applicazioni, se utilizzi delle applicazioni di posta come la Libero Mail App per Ios o Android (oppure Mail su iPhone o iPad, Microsoft Outlook, Mail su Mac), dovrai generare e inserire una nuova password. Questo perché le applicazioni di posta non supportano i codici di verifica quindi sarà sufficiente sostituire la tua password attuale con quella generata dal pannello di controllo ma solo la prima volta. Da lì in poi potrai accedere alla tua mail senza che ti venga mai richiesto il codice di verifica. Per generare la Password Specifica per Applicazioniguarda il tutorial e segui tutti i passaggi.

guarda anche questo articolo 

Se proprcio non ci riesci , ti puoi rivolgere ad un nostro professionista per configurare la posta elettronica di libero sul tuo cellulare.

Chiama subito

Chiama subito

la mail di alice non riconosce la password

Inserisco la password della mia posta di alice o di tim e mi dice che e’ errata:

Grosso guaio, potrebbero avervi trovato la password e averla cambiata al volo.

Non disperiamo , scarichiamo il modulo da questo link per richiedere immediatamente il cambio password.

https://img.tim.it/sdr/documenti/moduli/Richiesta_rigenerazione_PW_servizio_AliceMail.pdf

Dovete allegare carta di identita’ e codice fiscale , un numero di telefono e una mail di recupero. fatto tutto questo , vi arrivera’ una mail di conferma ricezione. aspettate dalle 24 alle 48 ore il reset e diverrete di nuovo proprietari del vostro indirizzo di posta.

Ora pero’ cambiate ogni 6 mesi la password , rendetela un po’ compllicata e non usate cose scontate tipo pluto , paperino o una semplice a in quanto sono le prime che si provano per accedere ad un indirizzo di posta.

Se avete un azienda richiedete un servizio professionale ad un azienda informatica che vi possa assistere nella gestione.

riparazione computer garbagnate milanese

riparazione computer garbagnate milanese

se ti e’ piaciuto questo articolo, ti consigliamo di visitare il nostro blog.

Ransomware, bloccali e rimani tranquillo.

Blocca i ransomware. Risparmia tempo e dormi sonni tranquilli!

Il ransomware non conosce soste, e gli attacchi in grado di devastare le imprese dei tuoi clienti sono in continuo aumento. Nel 2016, infatti, sono diventati più intensi che mai, con un aumento del 752%.

Il primo vettore di infezione è la posta elettronica, partecipa al primo webinar per capire come proteggere le e-mail dei tuoi clienti.
Esse sono un elemento chiave per le imprese, ma lo spam e i malware basati su  mail stanno crescendo in modo esponenziale, per cui è difficile tenere il passo.
Persino i professionisti più esperti possono cliccare erroneamente un link dannoso ed esporre la propria azienda al crimine informatico.
Giotech S.r.l. è un partner che è in grado di proteggere i programmi di posta elettronica Hosted e locali.

Unisciti a noi per scoprire come :
• rilevare e bloccare il ransomware con anti-phishing, scansione anti-malware e scansione dei file (inclusi file eseguibili e macro);
• Proteggere in modo avanzato il vostro client di posta dalle minacce grazie ad analisi dei malware in sandbox nel Cloud, protezione da social engineering e rilevamento degli exploit zero-day e dei documenti;
• utilizzare la reputazione web per proteggere da link a siti dannosi incorporati nelle e-mail.

Possiamo sicuramente risolvere una serie di problemi che potrebbero farti perdere molto denaro.

se ti è piaciuto questo articolo, visita il nostro blog.

Archiviare email Outlook

 archiviare email Outlook:

Proprio come le classiche lettere cartacee, che quando si accumulano finiscono con l’ingombrare troppo spazio e rendere inutilizzabili librerie e scrivanie,

le e-mail scaricate sul PC ingolfano l’hard disk e rendono lenta l’apertura dei programmi di posta elettronica.

Per ovviare a ciò, Microsoft Outlook (il client di posta professionale integrato nel pacchetto Office)

include una funzione denominata archiviazione che provvede a spostare automaticamente i messaggi più vecchi in una cartella separata rispetto al resto delle e-mail e a snellire così il database del programma.

Con la guida di oggi, ti farò dunque vedere come archiviare email Outlook per sfruttare a meglio questa preziosa funzione. Ecco tutto.

Ora vedremo in dettaglio come archiviare email Outlook 2010, la versione del programma presente nel pacchetto Office 2010 che dispone dell’interfaccia a schede Ribbon e differisce nella disposizione dei menu rispetto alle versioni precedenti del programma.

Oggi e’ disponibile la versione 2016 che differisce molto da quella di cui stiamo parlando in questo articolo.

Se la usi anche tu, sappi che per impostare l’archiviazione dei tuoi messaggi non devi far altro che cliccare sul pulsante arancione File che si trova in alto a sinistra e selezionare l’account di posta elettronica per il quale vuoi impostare l’archiviazione automatica dei messaggi dal menu a tendina Informazioni account (azione non necessaria se hai un solo indirizzo di posta elettronica configurato nel programma).

A questo punto, clicca sul pulsante Strumenti pulizia e seleziona la voce Archivio dal menu che compare. Nella finestra che si apre, assicurati che ci sia la spunta accanto alla voce Archivia la cartella e tutte le sottocartelle, seleziona dal menu a tendina Archivia elementi antecedenti la data dalla quale iniziare ad archiviare i messaggi e clicca sul pulsante OK per salvare le impostazioni. Se vuoi salvare il file con le e-mail archiviate in una cartella differente da quella predefinita, clicca sul pulsante Sfoglia e scegli la cartella che preferisci.
Puoi anche archiviare email Outlook con impostazioni diverse in base alle cartelle di appartenenza dei messaggi (es. Posta in arrivo, Posta inviata, ecc.). Per farlo, apri la scheda Home di Outlook, seleziona con il pulsante destro del mouse la cartella nella quale vuoi archiviare i messaggi dalla barra laterale di sinistra e seleziona la voce Proprietà dal menu che appare.

Nella finestra che si apre, seleziona la scheda Archiviazione automatica e scegli le impostazioni che preferisci. Si puo’ ad esempio impostare una scadenza e una cartella di destinazione personalizzate per l’archiviazione dei messaggi mettendo il segno di spunta accanto alle voci Archivia la cartella utilizzando queste impostazioni e Sposta i vecchi elementi scegliendo le impostazioni desiderate.

Se avete la vostra casella on Line piena , accertatevi che nelle impostazioni avanzate dell’account , ci sia fleggata la voce ” rimuovi messaggi dal server dopo  x giorni”. consiglio di indicare 15 giorni come tempo di permanenza dei messaggi visto che fate la copia del file pst ogni 15 gg. vero ?

diversamente , pensate a quando fate le copie di sicurezza , quella potrebbe essere la quantita’ di giorni da indicare corretta. se non li fate mai , iniziate a farli , e’ fondamentale specialmente con i nuovi virus che girano.

se ti è piaciuto questo articolo, ti consigliamo di visitare il nostro blog.

Chriptoloker mammmmaaaamiaaaa

Chriptoloker mammmmaaaamiaaaa

Come funziona Cryptolocker e come difendersi se colpiti


Il virus del riscatto, o Cryptolocker, è un virus che crittografa i files presenti in un computer rendendoli illeggibili.

Scopo dei delinquenti che hanno creato questa famiglia di virus è quello di chiedere, alla vittima, un riscatto per ottenere un decriptatore in grado di recuperare i files danneggiati.

Nella maggior parte dei casi, il virus si diffonde attraverso un allegato ad un’email fraudolenta.

Spesso si inocula nel sistema attraverso pagine web infette, In casi più rari entra in un computer sfruttando una connessione di Desktop Remoto protetta da una password troppo semplice.

Quale che sia la modalità d’infezione, il danno provocato è molto simile. Nello specifico:

Vengono crittografati i file utente degli hard disk del computer (le estensioni dei files.variano a seconda della tipologia di virus, sono comunque colpiter le estensioni più diffuse come: .DOC,.DOCX,.XLS, .XLSX, .PDF, .JPG, .MDB, .PST).

Vengono crittografati i file presenti in hard disk o pennette USB connessi all computer al momento dell’infezione o successivamente,Vengono crittografati i file dell’utente presenti in cartelle di rete condivise da altri computer.

Cosa è importante sapere:

I files crittografati dal virus vengono parzialmente riscritti con un codice di crittografia la cui chiave è univoca (diversa per ogni computer)

Adesso veniamo a noi…  Tanto come funziona e che cosa fa e’ chiaro visto che lo avete preso.

Bravi…  Bravi…  Nel migliore dei casi siete almeno il 4 hacker al mondo (anche se non si sa chi compila la classifica…  Moglie? Marito?  Cugini?)!  Vi piace vedere i film in streaming?  Vi piace scaricare da e-Mule?  NON CHIUDERE LA PAGINA solo perché dico la  verità!

L’antivirus lo avete messo gratis o meglio…  Cuccato gratis (avete comprato il solito allarme per la casa facendo l’affare dal ladro professionista ) ?   Filmetti porno?  Voi no?  La cartella nei downloads con scritto lavoro?  Haaaa non é vostra …   Okeyyyyy

Cosa cercate???  Pure una soluzione gratis?  Ma vi sta bene!!!!  Continuate a smanettare senza avere nemmeno l’idea di cosa fate così scaricate softonic anche sul pc dell’amico o quello del lavoro.

I film….  Si pagano

I film porno….  Si pagano

Le foto…  Si copiano su un archivio sicuro

La Musica….  Si paga

Le caselle di posta…  Sono gratis…  Noooooo ci sono quelle a pagamento che hanno antivirus,  antispam,  sistemi di sicurezza evoluti…. Si pagano,  chiedete ad un consulente informatico.

I programmi…  Si pagano

Gli antivirus….  Si pagano

Vi stà bene….  Adesso andate da vostra moglie e anziché raccontare le solite cazzate dite la verità!  Ho perso le foto dei figli e del matrimonio perché non capisco nulla di computer e di software!

Siete dei marcioni e non avete rispetto del lavoro degli altri.  Non sapete cosa significa essere onesti e adesso andate a dire che avete preso il chriptoloker perché dei criminali …  Chi ha tutto originale e pagato compreso l’antivirus non lo prende.  Chi va da un consulente informatico una volta ogni 6 mesi a fare un controllo PAGANDO non lo prende.  Voi si perché avete il cazzo talmente lungo che vi inculate da soli.

Se volete chiamarmi per ulteriori informazioni dovete pagare,  quindi non lo farete.  Comunque é troppo tardi visto che di soluzioni c’è ne sono solo due.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: